Vent’anni dalla fine della guerra in Bosnia Erzegovina

A vent’anni esatti dalla fine del conflitto in Bosnia Erzegovina, pubblichiamo un frammento video che documenta una guerra che non ha avuto vincitori, tranne coloro i quali hanno saputo sfruttare una condizione di estrema sofferenza umana per tornaconto personale.

“Dopo il dispiegamento di circa 60.000 uomini della Nato, dopo la morte di oltre 250.000 persone e le peripezie di 2 milioni di profughi […] la regione veniva frammentata in un mosaico di realtà politico-amministrative alle quali ancora oggi si fatica ad attribuire le caratteristiche minime di uno stato-nazione. Era questa la sola soluzione che l’intervento occidentale era riuscito ad escogitare per evitare una ripresa del conflitto: una sorta di congelamento della situazione sul campo, ottenuta grazie alla capacità di ridurre progressivamente la potenza bellica e politica della Serbia, l’unica entità statale che continuava ad opporsi alla dissoluzione della Jugoslavia” (Gaetano Colonna)

Nel 1995 la comunità internazionale ha imposto un ordine instabile e precario, annientando le capacità di un Paese tramite sanzioni e pratiche di politica estera. Questa situazione ha annichilito l’identità del popolo serbo, che non meritava di diventare un capro espiatorio mondiale, e rafforzato in esso un desiderio di rivalsa, che non ha permesso di raggiungere un compromesso equo e lungimirante sulla questione del Kosovo.

“Russian Writer Limonov Shooting at Sarajevo” posted on youtube by Serge R. van Duijnhoven. Episode from Serbian Epic, by Pawel Pawlikowski and Lazar Stojanovic, 1992. Evidence exhibit at ICTY

Radovan Karadzic, in compagnia di Eduard Limonov, mostra l’artiglieria vantandosi del fatto che “è stata pagata con le nostre tasse”. Lo scrittore russo impugna goffamente la mitragliatrice e spara alla cieca sulla città, scimmiottando i soldati serbo-bosniaci.

Un video disgustoso. Per chi conosce i due personaggi e per chi non ne ha mai sentito parlare. Per chi sa cosa è stato l’assedio di Sarajevo (per chi non lo sapesse consiglio anche solo una lettura su Wikipedia). Per una regione che ancora oggi lotta col proprio passato. Per non dimenticare chi ha sofferto, da tutte le parti.

6 aprile 1992 – 14 dicembre 1995

Annunci

One thought on “Vent’anni dalla fine della guerra in Bosnia Erzegovina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...