“TERMINE DI RICERCA SCONOSCIUTO”. Formatoberliner compie 6 mesi!

Il 25 gennaio 2016 il nostro blog compiva sei mesi! Abbiamo deciso di rimandare i festeggiamenti di una settimana per lasciare spazio agli articoli. Ma oggi, per celebrare al meglio questa data e per ringraziare i nostri appassionati quanto eterogenei lettori, abbiamo sviluppato una riflessione diversa dal solito.

Vi è mai capitato di chiedervi: “cosa ci faccio qui?” Oppure: “come ci sono finito”? E ancora: “non dovrei andare a dormire ora, dopo aver letto tre giornali, venti pagine di Wikipedia, una decina di blog e innumerevoli post di Facebook e cinguettii di Twitter”?

Noi di Formatoberliner ci chiediamo spesso che cosa vi ha portato qui. Soprattutto attraverso quali termini di ricerca siete alla fine approdati al nostro blog.

Abbiamo stilato una lista dei termini di ricerca più interessanti, divertenti (e talvolta imbarazzanti), che vi hanno permesso di leggere i nostri articoli e magari a commentarli, o chi lo sa, vi hanno spinto ad aprire un blog (magari sull’argomento che realmente stavate cercando e chissà come vi ha portato a noi). Intendiamoci, tutti abbiamo fatto ricerche assurde o deliranti su google, anche solo per il gusto di farlo, non c’è bisogno dell’NSA per saperlo. E quindi ecco a voi le categorie principali di lettori che emergono dai nostri termini di ricerca.

Persone serie che vogliono essere informate sull’attualità e cercano: “storia della guerra civile in yemen 2015” e “concorrenti grom”; più vaghi “potenze mondiali per contrastare il terrorismo” e “laghi più inquinati al mondo”. Altri che cercano frasi da sfoggiare nelle discussioni in compagnia, del tipo: “aforismi su parigi terrorismo”. Chi vuole informarsi su quello che succede nella propria città (Torino in questo caso) e ha cercato “paratissima cos’è” o “discorso piazza castello torino”. Altri ancora sono stati vittime di molestie e cercano risposte su internet al problema: “mi toccano sul tram”.

Forse per tali questioni bisognerebbe rivolgersi all’autorità, e non intendo quella di Google.

Ma è anche WordPress a metterci lo zampino, dichiarando che alcuni motori non rivelano (giustamente) i termini inseriti nella barra di ricerca per motivi di privacy. Ecco perché spesso ci troviamo davanti alla dicitura: “termine di ricerca sconosciuto”. Chissà quali retroscena nasconde questa frase enigmatica.

In ogni caso ringraziamo tutti i nostri lettori per l’interesse e l’affiatamento mostrato nei confronti del nostro blog.

Un grazie internazionale a chi ci legge dalla Spagna, dalla Polonia, dalla Danimarca, dagli Stati Uniti, dall’Australia, dalla Corea del Sud (davvero!?) e chi più ne ha più ne metta. Non dimentichiamo di ringraziare chi è iscritto, ci segue dal Lettore e non ha bisogno di fare ricerche astruse per trovarci, chi si è iscritto alla newsletter, ma anche chi ci ha scoperti per caso, magari cercando “Frank Zappa ambasciatore per Vaclav Havel”.

Grazie a tutti! W la libertà di informazione!

FrmtBrlnr_Rodchenko

Annunci

One thought on ““TERMINE DI RICERCA SCONOSCIUTO”. Formatoberliner compie 6 mesi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...