LA SITUAZIONE – In Gambia

Dopo essersi rifiutato per sei settimane di riconoscere la sconfitta elettorale, l’ex-presidente del Gambia, Yahya Abdul-Aziz Jemus Junkung Jammeh, ha lasciato l’incarico e il Paese, portandosi dietro 11 milioni di dollari sottratti alle casse del piccolo stato africano, che si snoda lungo il fiume omonimo.

Il legittimo successore, l’imprenditore immobiliare Adama Barrow, dopo aver interrotto i 22 anni di presidenza di Jammeh, ha dovuto prestare giuramento nell’ambasciata gambiana a Dakar. La Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (ECOWAS/CEDEO) ha sostenuto l’ascesa del nuovo presidente, mettendogli a disposizione alcune truppe con le quali è rientrato in patria, evitando il rischio di un colpo di stato.

Il piccolo Paese dell’Africa occidentale ha assistito alla prima transizione pacifica dalla sua indipendenza nel 1965, dimostrando inoltre le potenzialità delle organizzazioni internazionali africane, che aumentano le possibilità di intervento per garantire la pace nel continente.

ecowas-countries

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...