LA SITUAZIONE – In Cile

Mapuche
“Libertà per i prigionieri politici mapuche”. (Foto: FICG.mx via Flickr)

I mapuche sono un popolo indigeno dell’America Latina. La maggior parte di essi vive nel Cile meridionale, mentre circa 100000 vivono dall’altra parte del confine, in Argentina. I più numerosi tra i popoli nativi ancora abitanti in Cile, in passato hanno opposto una resistenza plurisecolare all’invasione degli spagnoli, che solo nel XIX secolo ne hanno ottenuto la sottomissione. Nonostante le garanzie di autonomia, si sono sempre visti negare il controllo delle proprie terre, così come la possibilità di esprimere la propria cultura e la propria lingua.

Nel corso degli anni Novanta e Duemila i mapuche hanno organizzato numerose manifestazioni per rivendicare i propri diritti, spesso represse con la forza. Nonostante il carattere nonviolento delle proteste, diversi attivisti e politici mapuche sono stati arrestati con l’accusa di terrorismo ai danni dello stato.
Uno dei motivi di questa repressione è l’opposizione dei mapuche alla devastazione del territorio operata dal governo cileno e dalle multinazionali, desiderose di sfruttare le ingenti risorse naturali della Patagonia. Tra le italiane spiccano Benetton e soprattutto Enel, il cui progetto di costruzione di cinque dighe sui fiumi Pascua e Baker è stato osteggiato per più di sei anni dai mapuche, prima di venire cancellato dal nuovo governo di Michelle Bachelet nel 2014.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...