L’ANGOLO DI CLAUSEWITZ – L’interesse indiano in Africa.. e la Cina

6a01053596fb28970c0111685167a3970c

Con l’aumento del proprio potere economico e politico, due delle più grandi potenze emergenti di questo secolo, la Cina e l’India, hanno cominciato da tempo a volgere le proprie attenzioni verso il continente africano.

L’Africa è un continente ricco di risorse naturali, dai diamanti al petrolio ai minerali ferrosi e per questo, nel corso della storia, è stato depredato delle proprie ricchezze da parte delle potenze coloniali europee. Ancora negli anni della decolonizzazione fino al giorno d’oggi, lo sfruttamento delle risorse africane continua ad essere perpetrato da attori stranieri, come ad esempio le multinazionali, le quali si comportano in modo non molto differente dagli imperi coloniali otto-novecenteschi.

Approssimativamente attorno agli anni Duemila, Cina e India hanno cominciato a incrementare la propria presenza nel continente tramite ingenti investimenti nel settore minerario e vedendo nel crescente mercato africano un’opportunità per vendere i propri prodotti, favoriti anche dal fatto che le popolazioni locali non percepiscono negativamente questa presenza, come per il caso di potenze o multinazionali europee.

Insomma, le risorse africane, unite al fatto che l’economia africana è una delle maggiori economie in crescita di questi ultimi anni, consentirebbero alle due potenze emergenti di dare una spinta decisiva alla propria crescita economica.

D’altronde, secondo il neo-realismo – una corrente teorica della geopolitica – è nella natura delle potenze emergenti accaparrarsi risorse esterne per poter incrementare esponenzialmente la propria potenza economica, e di conseguenza aumentare la propria forza militare e di conseguenza il proprio peso politico sulla scena internazionale.

Se per la Cina il continente africano rappresenta un passo fondamentale per le proprie ambizioni globali – basta ricordare come la Cina possegga una base militare navale nel Gibuti dove, peraltro, è presente pure una base militare americana – per l’India, l’Africa, e soprattutto la sua costa orientale, rappresenta una questione di sicurezza nazionale.

L’India ha infatti interesse nel mantenere in sicurezza una zona dell’Oceano indiano vitale per i propri traffici commerciali marittimi. Come accennato in precedenza, l’India importa risorse naturali ed esporta merci di propria produzione attraverso navi mercantili che navigano in quelle acque. Inoltre, non bisogna dimenticare come nel Sud-Est del continente viva una nutritissima comunità indiana di 3 milioni di persone sparse dodici Paesi, lascito del precedente colonialismo britannico.

L’importanza strategica dell’Africa per India e Cina potrebbe però portare a risvolti negativi per via degli interessi conflittuali che potrebbero crearsi. Cina e India sono già due potenze rivali in Asia e una situazione di tensione per i rispettivi interessi in Africa potrebbe acuire questa rivalità.

Daniele Speciale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...